Risultati del Primo Trimestre 2019

09/05/2019

 BREMBO, RICAVI DEL 1° TRIMESTRE +1,4% A € 667,1 MILIONI, EBITDA € 134,2 MILIONI (MARGINE 20,1%); UTILE NETTO € 64,4 MILIONI.

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​


Rispetto al primo trimestre 2018:​​

Fatturato in crescita dell’1,4% a € 667,1 milioni (+0,1% a cambi costanti)​​

EBITDA margin 20,1% a € 134,2 milioni; ​​

EBIT margin 13,0% a € 87,0 milioni
         
         

Investimenti netti del trimestre​ € 40,4 milioni ​​


Indebitamento fi​nanziario netto

€ 389,2 milioni (€ 212,9 milioni ante applicazione IFRS 16​

 


 

 

Il Presidente di Brembo Alberto Bombassei ha commentato: “I risultati approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione per la prima parte dell’anno in corso dimostrano la capacità dell’Azienda di gestire le incertezze che pesano sul mercato globale dell’auto, principalmente grazie ad una distribuzione strategica del footprint industriale del Gruppo e ad un portafoglio prodotti sempre più articolato e innovativo. In un periodo di cambiamento epocale per il settore automotive, Brembo mantiene fermo il proprio impegno per la costante innovazione dei processi produttivi, delle tecnologie e dell’organizzazione aziendale”.

 

Questo il commento del Vice Presidente Esecutivo di Brembo Matteo Tiraboschi: “I dati del primo trimestre 2019 evidenziano la continuità di un percorso sempre mirato alla crescita e alla solidità dei nostri fondamentali, alla salvaguardia della redditività e alla volontà da parte dell’Azienda di concentrarsi sulle dinamiche di lungo periodo. Gli investimenti, l’innovazione e il posizionamento di mercato si sono rivelati ancora una volta una scelta vincente e ci permettono di continuare a guardare al futuro con ottimismo”.


 

I risultati del primo trimestre 2019 ​


Il Consiglio di Amministrazione di Brembo, presieduto dall’Ing. Alberto Bombassei ha esaminato ed approvato i risultati trimestrali del Gruppo al 31 marzo 2019. ​

 

Effetti dell’applicazione del nuovo IFRS 16

Si ricorda che, a partire dal 1° gennaio 2019, il Gruppo ha adottato il nuovo principio IFRS 16 con metodo retrospettico modificato (opzione B, senza restatement dei contratti già in essere al 1° gennaio 2019 e non applicando il principio alle attività di “scarso valore” e a breve termine). I dati del primo trimestre 2019 includono i seguenti impatti derivanti dall’introduzione del nuovo principio contabile:​

- storno costi di noleggio per € 5,7 milioni;

- incremento ammortamenti per € 4,5 milioni;

- incremento oneri finanziari per € 1,2 milioni;

- incremento Capitale netto investito e Posizione finanziaria netta per € 176,3 milioni. ​

 

Commento ai risultati del primo trimestre 2019

I ricavi netti consolidati del primo trimestre 2019 ammontano a € 667,1 milioni, in crescita dell’1,4% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente (+0,1% a cambi costanti). ​

 

In un contesto di mercato molto difficile, le vendite di Brembo per il settore auto sono sostanzialmente stabili e chiudono il primo trimestre del 2019 a -0,3%; complessivamente bene gli altri segmenti in cui il Gruppo opera, con le applicazioni per motocicli che crescono del 3,0%, quelle per veicoli commerciali del 7,1% e le competizioni del 12,6% rispetto allo stesso trimestre del 2018. ​

 

A livello geografico, le vendite calano in Germania del 9,9%, in Italia del 2,6% e nel Regno Unito dello 0,7%; crescono invece del 26,7% in Francia.

Il continente asiatico si conferma in crescita, con l’India che cresce del 20,2% (+21,6% a cambi costanti) e la Cina del 3,4% (+1,5% a parità di cambi).

Il mercato nordamericano (Stati Uniti, Messico e Canada) è in crescita dell’8,0% (+0,9% a parità di cambi). In crescita anche il mercato di Brasile e Argentina (+10,8% a parità di cambi), sebbene per l’effetto delle valute registri un -9,4%.

 

Nel primo trimestre 2019 il costo del venduto e gli altri costi operativi netti ammontano a € 417,3 milioni, con un’incidenza del 62,5% sui ricavi, percentualmente in calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando era pari a € 420,1 milioni (63,8% dei ricavi). ​

 

I costi per il personale ammontano a € 119,0 milioni, con un’incidenza del 17,8% sui ricavi, in leggero aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (17,5% dei ricavi). I dipendenti in forza al 31 marzo 2019 sono 10.693, e si confrontano con i 10.634 del 31 dicembre 2018 e con i 10.154 del 31 marzo 2018. ​

 

Il margine operativo lordo (EBITDA) del trimestre ammonta a € 134,2 milioni (20,1% dei ricavi), in incremento del 6,0% rispetto allo stesso trimestre del 2018. Al netto dell’effetto del già citato principio contabile IFRS 16, il margine operativo lordo sarebbe pari a € 128,5 milioni (19,3% dei ricavi).

Il margine operativo netto (EBIT) è pari a € 87,0 milioni (13,0% dei ricavi), in calo del 5,0% rispetto al primo trimestre 2018; al netto dell’effetto del principio contabile IFRS 16, il margine operativo netto sarebbe pari a € 85,8 milioni (12,9% dei ricavi).

Gli oneri finanziari netti ammontano nel trimestre a € 3,2 milioni (€ 1,5 milioni nel primo trimestre 2018); tale voce è composta da oneri finanziari per € 3,8 milioni (€ 2,1 milioni nel primo trimestre 2018) e da differenze cambio nette positive per € 0,7 milioni (€ 0,6 milioni nel primo trimestre dell'anno precedente). Al netto dell’effetto del principio contabile IFRS 16, gli oneri finanziari netti ammonterebbero a € 2,0 milioni.

Il risultato prima delle imposte ammonta a € 83,9 milioni (12,6% dei ricavi) e si confronta con € 90,0 milioni del primo trimestre 2018. La stima delle imposte, calcolata sulla base delle aliquote previste dalla normativa vigente in ogni paese, è pari a € 19,3 milioni (€ 21,1 milioni nel primo trimestre 2018), con un tax rate del 23,0% sostanzialmente in linea con il 23,4% dell’analogo periodo del 2018.

Il trimestre chiude con un utile netto di € 64,4 milioni, in calo del 5,5%, rispetto a € 68,2 milioni dell’analogo periodo dell’anno precedente.

​La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2019 si attesta a € 389,2 milioni, in aumento di € 252,3 milioni rispetto al 31 dicembre 2018. Si ricorda che rispetto alla chiusura del 2018 si è registrato un aumento di € 176,3 milioni per effetto del nuovo principio contabile IFRS 16.


 


 

Fatti significativi successivi alla chiusura del periodo​

Dividendo esercizio 2018
​L’Assemblea degli Azionisti, riunitasi il 19 aprile scorso, ha approvato, tra l’altro, il Bilancio della Capogruppo Brembo S.p.A. chiuso al 31 dicembre 2018 e la distribuzione di un dividendo unitario lordo di € 0,22 per ciascuna delle azioni in circolazione. Il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 22 maggio 2019, con stacco della cedola n. 2 il giorno 20 maggio 2019 (record date 21 maggio 2019).

 

Nuovo CEO dal 1° luglio 2019
Come annunciato lo scorso 3 maggio, a decorrere dal 1° luglio 2019 l’Ing. Daniele Schillaci sarà cooptato e poi nominato Amministratore Delegato della Società, in sostituzione di Andrea Abbati Marescotti, che ha deciso di rinunciare alle deleghe e alla carica nel Consiglio di Amministrazione per perseguire nuovi progetti e attività.

 

Voto Maggiorato – modalità per farne richiesta

Si rammenta inoltre che gli Azionisti interessati a ottenere la maggiorazione del voto, dovranno presentare richiesta d’iscrizione nell’apposito Elenco Speciale tramite il proprio intermediario, utilizzando il modulo disponibile sul sito Internet della Società: https://www.brembo.com/it/investitori/per-gli-azionisti/voto-maggiorato​​​. Nella medesima sezione del sito, troveranno inoltre gli ulteriori dettagli relativi alle modalità di iscrizione, tenuta e aggiornamento dell’Elenco Speciale, lo Statuto Sociale ed il Regolamento attuativo. 


 

Prevedibile evoluzione della gestione

In uno scenario di mercato ancora difficile e volatile, Brembo conferma volumi e profittabilità in linea con l’esercizio 2018.


 
       
 
 
 
​​  
 
 
 
   ​               

 
​​
​​

 

 

GUIDA ALLA PASTIGLIA GIUSTA: NON SOTTOVALUTATELA O VE NE PENTIRETEhttps://www.brembo.com/it/company/news/brembo-brakes-guida-alla-pastiglia-giustaGUIDA ALLA PASTIGLIA GIUSTA: NON SOTTOVALUTATELA O VE NE PENTIRETEGuida alla scelta delle pastiglie giuste per la mia moto: Scegliere quella giusta tra sinterizzata o organica? Da pista o da strada? Elevate performance o bassa usura? Efficaci a freddo o aggressive a caldo? 12019-12-05T23:00:00Z0
Il GP Abu Dhabi Formula 1 2019 secondo Brembohttps://www.brembo.com/it/company/news/analisi-brembo-del-circuito-di-abu-dhabi-formula-1Il GP Abu Dhabi Formula 1 2019 secondo BremboAi raggi X l’impegno dei sistemi frenanti delle monoposto di Formula al Yas Marina Circuit12019-11-24T23:00:00Z0

 

 

Racinghttps://www.brembo.com/it/company/news/racingRacingSCOPRI QUALIBTS-bottomDx0RACING40 ANNI DI SUCCESSI SOTTO LA BANDIERA A SCACCHI
Ricerca continuahttps://www.brembo.com/it/company/news/ricerca-continuaRicerca continuaSCOPRI DI PIU'BTS-bottomDx0RICERCALA RICERCA BREMBO E' SEMPRE UN PASSO AVANTI
Testinghttps://www.brembo.com/it/company/news/testingTestingSCOPRI COMEBTS-bottomDx0TESTINGUN MILIONE DI CHILOMETRI PER LA FRENATA PERFETTA
Compasso d'oro Adihttps://www.brembo.com/it/company/news/compasso-doro-adiCompasso d'oro AdiSCOPRI DI PIÙBTS-bottomDx0DESIGNPer Brembo la bellezza è un valore
Approccio Greenhttps://www.brembo.com/it/company/news/greenApproccio GreenSCOPRI COMEBTS-bottomDx0APPROCCIO GREENVERDE NEI PROCESSI. VERDE NEI PRODOTTI

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInPinterestInstagramYoukuWeibosnapchat.pngwechat.pngVK