Il GP Australia 2020 Formula 1 secondo Brembo

12/03/2016

 La guida ai sistemi frenanti Brembo delle monoposto di Formula 1 e al loro uso sul circuito di Melbourne

​ ​​

​​​​​

Secondo i tecnici Brembo il Melbourne Gran Prix Circuit rientra nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato un indice di difficoltà di 3, identico a quello ottenuto da altre piste come Monaco, Budapest e Zandvoort. ​

La pista, essendo solitamente aperta al traffico cittadino, è scivolosa ad inizio week-end. Con il passare delle sessioni, l’asfalto si gomma sempre più, aumentando anche le prestazioni in frenata. Ciò si traduce in un maggiore stress per gli impianti frenanti: cresce l’usura di pastiglie e dischi che raggiungono temperature molto elevate nonostante l’asfalto sia meno caldo di molte delle piste dell’emisfero boreale.


 

Il materiale d’attrito Brembo per la Formula 1​

Le auto di Formula 1 usano dischi Brembo di diametro differenziato: 32 mm all’anteriore, da 28 mm a 32 mm al posteriore. Anche le pastiglie Brembo non si presentano in un’unica misura: sono da 22 mm all’anteriore e da 17 mm al posteriore. 


I dischi sono in fibra di carbonio: i fogli di fibra di carbonio sono sovrapposti e cuciti tra loro attraverso le presse e grazie alle infiltrazioni di speciali resine. Ogni team consuma nel corso della stagione dai 150 ai 300 dischi e fino a 600 pastiglie.


 

L’impegno dei freni durante il GP Australia Formula 1​​

La pista australiana presenta 8 punti di frenata, per un tempo totale sul giro di utilizzo dei freni di 13 secondi e mezzo, tra i più bassi del Mondiale. A Singapore invece i freni sono usato per oltre 24 secondi al giro. 


Al GP Australia risulta elevata la decelerazione media, pari a 4,1 g, grazie alla presenza di 4 curve in cui viene registrato un valore di almeno 4,8 g: in 3 di queste la decelerazione non scende sotto i 5,3 g. ​


 

 
​​​​​

​​​​

 

La frenata più impegnativa del Round di Melbourne​​

Delle 8 frenate del Melbourne GP Circuit 4 sono considerate altamente impegnative per i freni mentre 2 sono di media difficoltà e 2 sono light. 


La più temuta è la curva 3 perché i piloti beneficiano del DRS e così raggiungono velocità di 317 km/h: la frenata è di 109 metri. Per completare l’operazione i piloti hanno bisogno di 2 secondi e 11 centesimi di secondo durante i quali esercitano un carico di 145 kg e subiscono una decelerazione di 5,3 g. ​


 

 

 

NUOVO DISCO IN CARBONIO CERAMICO DYATOM™https://www.brembo.com/it/company/news/nuovo-disco-carbonio-ceramico-dyatomNUOVO DISCO IN CARBONIO CERAMICO DYATOM™Il più avanzato disco freno in carbonio ceramico, sviluppato da Brembo SGL Carbon Ceramic Brakes (BSCCB), applicato per la prima volta su Ford GT MK II.12020-03-15T23:00:00Z0
LE NOVITA’ BREMBO PER IL CAMPIONATO DI FORMULA 1 2020https://www.brembo.com/it/company/news/novita-brembo-per-campionato-formula-1-2020LE NOVITA’ BREMBO PER IL CAMPIONATO DI FORMULA 1 2020FINO A SEI TIPOLOGIE DI DISCHI CON LA TECNOLOGIA GROOVE, PINZE PIU’ LEGGERE E MASSIMA CUSTOMIZZAZIONE PER OGNI TEAM12020-03-08T23:00:00Z0

 

 

Compasso d'oro Adihttps://www.brembo.com/it/company/news/compasso-doro-adiCompasso d'oro AdiSCOPRI DI PIÙBTS-bottomDx0DESIGNPer Brembo la bellezza è un valore
Approccio Greenhttps://www.brembo.com/it/company/news/greenApproccio GreenSCOPRI COMEBTS-bottomDx0APPROCCIO GREENVERDE NEI PROCESSI. VERDE NEI PRODOTTI
Innovazionehttps://www.brembo.com/it/company/news/innovazioneInnovazioneECCO PERCHÈBTS-bottomDx0INNOVAZIONEIN BREMBO L'INNOVAZIONE NON SI FERMA MAI
Racinghttps://www.brembo.com/it/company/news/racingRacingSCOPRI QUALIBTS-bottomDx0RACING40 ANNI DI SUCCESSI SOTTO LA BANDIERA A SCACCHI
Ricerca continuahttps://www.brembo.com/it/company/news/ricerca-continuaRicerca continuaSCOPRI DI PIU'BTS-bottomDx0RICERCALA RICERCA BREMBO E' SEMPRE UN PASSO AVANTI

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInPinterestInstagramYoukuWeibosnapchat.pngwechat.pngVKTikTok