Da 300 a 0 in 3.79 secondi

10/12/2015

Solo Brembo riesce a fermare un’auto lanciata a 300 km/h in meno di 4 secondi

​Cavalli, coppia, cilindrata, accelerazione. Siamo abituati ad emozionarci per le prestazioni di una vettura quasi esclusivamente in termini di erogazione della potenza. In pista, però, non vince solo chi va più veloce ma chi, oltre ad andare forte, frena più tardi e in meno spazio.

Brembo, leader mondiale di sistemi frenanti, torna in comunicazione per sottolineare proprio l'aspetto emozionale della frenata, partendo dall'esperienza della Formula 1 – con l'immagine del sistema che equipaggia le monoposto Ferrari - ma traslando il messaggio, con le debite variazioni, anche alle sensazioni della guida stradale.

La maggior parte degli appassionati, infatti, sa quanti secondi impiega una monoposto per passare da 0 a 100 km/h. Ma chi sa che un sistema frenate Brembo riesce a fermare un'auto lanciata a 300 km/h in meno di 4 secondi? Impressionante. La line, infatti, recita "Da 300 a 0 in 3.79 secondi." 


 

 

Il dato arriva direttamente da Brembo, che coglie l'occasione del 40° anniversario del suo ingresso nel mondo delle corse per tornare alla ribalta su stampa periodica e di settore con una campagna declinata sulle principali testate automotive e generaliste cartacee e online in due tra i suoi principali mercati di sbocco, vale a dire Germania e Italia. Anche negli Stati Uniti, ormai primo mercato consolidato per l'Azienda, Brembo ha approntato una campagna di affissioni stradali nella città di Detroit dedicata al Salone NAIAS 2016 e ispirata allo stesso tema.

La campagna elaborata da Saatchi&Saatchi ha l'obiettivo di evidenziare al pubblico le straordinarie doti dei sistemi frenanti Brembo ricordando come la tecnologia e il know-how maturato dall'azienda italiana sulle piste dei più importanti campionati racing venga costantemente trasferita sulle applicazioni stradali e messa a disposizione di tutti gli automobilisti.


 

 

 

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInGoogle PlusPinterestInstagramVineYoukuWeibosnapchat.pngwechat.png