Il GP del Qatar della MotoGP secondo Brembo

19/03/2016

 Ai raggi X l’impegno dei sistemi frenanti della classe regina sul circuito di Losail

Dal 18 al 20 marzo il Losail International Circuit di Doha (Qatar) ospita il 1° appuntamento del Mondiale 2016 della MotoGP.

Il circuito asiatico è stato utilizzato per la prima volta nel Mondiale nel 2004. Quattro anni dopo è diventato il primo tracciato al mondo ad ospitare una gara in notturna della MotoGP.


Proprio la gara in notturna costituisce la circostanza grazie alla quale è possibile notare i dischi freno in carbonio che diventano incandescenti in occasione delle staccate più violente. Questo fenomeno, sebbene piuttosto frequente, non è visibile nel corso degli altri GP a causa della luce del sole, che rende molto meno percettibile la variazione cromatica dei dischi a seguito dello stress termico.


Secondo i tecnici Brembo, il Losail International Circuit rientra nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato un indice di difficoltà di 3, identico a quelli ottenuti da altre 8 piste, incluse quelle che ospiteranno il 2° (GP Americhe) e il 3° (GP Argentina) stagionale. Il Losail International Circuit di Doha (Qatar) ospita il 1° appuntamento del Mondiale 2016 della MotoGP.   


 

L’impegno dei freni durante il GP


Pur avendo 8 staccate per giro (record del campionato condiviso con altre 6 piste), il tempo speso in frenata è solo il 18% della durata complessiva della gara ed è tra i più bassi dell’intero Mondiale. Durante l’intero GP ciascun pilota deve affrontare 176 frenate, un valore identico al GP Repubblica Ceca, ma inferiore di un terzo a quello del GP Valencia, top stagionale. La decelerazione media (1,25 g), invece, figura tra le 4 più basse del Mondiale.
 

/><span id='ms-rterangeselectionplaceholder-end'></span> </div>           <div class=
 

Le frenate più impegnative


Delle 8 frenate del Losail International Circuit di Doha solo una è classifica come impegnativa per i freni, mentre 6 sono di media difficoltà e la restante ha un’incidenza leggera sugli impianti frenanti.


La prima curva dopo il traguardo non solo è la più complessa della gara ma è pure una delle più difficile dell’intero Mondiale: arrivando a circa 350 km/h, i piloti rallentano fino a 106 km/h esercitando un carico di 8 kg sulla leva del freno. I 244 km/h di differenza oraria rappresentano il record della MotoGP.


Delle 8 frenate del Losail International Circuit di Doha solo una è classificata come impegnativa per i freni; mentre 6 sono di media difficoltà e la restante ha un’incidenza leggera sugli impianti frenanti.


La prima curva dopo il traguardo non solo è la più complessa della gara, ma è pure una delle più difficili dell’intero Mondiale: arrivando a circa 350 km/h, i piloti rallentano fino a 106 km/h, esercitando un carico di 8 kg sulla leva del freno. I 244 km/h di differenza oraria rappresentano il record della MotoGP.


Le 6 curve di media difficoltà vantano caratteristiche differenti: la curva 15 si distingue per uno spazio di frenata di 266 metri, a fronte dei 146 metri della curva 6 e dei 148 metri della curva 2. Alla curva 4 i piloti impugnano i freni per 3 secondi; mentre alla 6 e alla 16 sfiorano i 4 secondi e mezzo. A metà strada si colloca la curva 7.


La curva meno impegnativa della pista è la numero 10, contraddistinta da circa 68 km/h di rallentamento.

 


Vittorie Brembo


In Qatar i freni Brembo hanno vinto tutte e 12 le edizioni disputate sino ad oggi: d’altra parte dal 1996 tutte le gare della classe regina sono vinte da moto con freni Brembo. La pista del Qatar sorride alla Yamaha, vincitrice 6 volte: 3 successi a testa per Ducati e Honda. Tra i piloti primeggiano Valentino Rossi e Casey Stoner con 4 trionfi ciascuno.


 

 

 

Scegliere i migliori dischi freno Brembo per la propria AUDI A1 in semplici mossehttp://www.brembo.com/it/company/news/aggiornamento-dischi-audi-a1Scegliere i migliori dischi freno Brembo per la propria AUDI A1 in semplici mosseComfort, estetica, praticità o prestazioni Brembo ti propone 4 linee di dischi freno per la AUDI A1: ce ne sono per tutti i gusti! 12017-06-20T22:00:00Z0
Brembo svela l’impegno dei propri sistemi frenanti al GP Azerbaigian 2017 di Formula 1http://www.brembo.com/it/company/news/formula-1-2017-gran-premio-di-bakuBrembo svela l’impegno dei propri sistemi frenanti al GP Azerbaigian 2017 di Formula 1Freni sottoposti a grande stress nelle prime curve del Baku City Circuit12017-06-15T22:00:00Z0

 

 

Sicurezzahttp://www.brembo.com/it/company/news/sicurezzaSicurezzaSCOPRI DI PIU'BTS-bottomDx0SICUREZZAPER BREMBO LA SICUREZZA DEI PROPRI COLLABORATORI E' SEMPRE AL PRIMO POSTO
Testinghttp://www.brembo.com/it/company/news/testingTestingSCOPRI COMEBTS-bottomDx0TESTINGUN MILIONE DI CHILOMETRI PER LA FRENATA PERFETTA
Compasso d'oro Adihttp://www.brembo.com/it/company/news/compasso-doro-adiCompasso d'oro AdiSCOPRI DI PIÙBTS-bottomDx0DESIGNPer Brembo la bellezza è un valore
Approccio Greenhttp://www.brembo.com/it/company/news/greenApproccio GreenSCOPRI COMEBTS-bottomDx0APPROCCIO GREENVERDE NEI PROCESSI. VERDE NEI PRODOTTI
Innovazionehttp://www.brembo.com/it/company/news/innovazioneInnovazioneECCO PERCHÈBTS-bottomDx0INNOVAZIONEIN BREMBO L'INNOVAZIONE NON SI FERMA MAI

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInGoogle PlusPinterestInstagramVineYoukuWeibosnapchat.pngwechat.png