Il GP d’Olanda 2016 della MotoGP secondo Brembo

23/06/2016

Ai raggi X l’impegno dei sistemi frenanti della classe regina al TT Circuit Assen

Dal 24 al 26 giugno il TT Circuit Assen ospita l’8° appuntamento del Mondiale 2016 della MotoGP. Inaugurato nel 1925, è l’unico tracciato ad aver ospitato ogni anno una gara del Campionato del Mondo. Quest’anno, per la prima volta, le gare si disputano di domenica. Una caduta rimediata su questa pista nel 1992 costò quasi l’amputazione della gamba a Mick Doohan: per tornare a guidare le potenti 500 dell’epoca l’australiano si è servito della pompa-pollice progettata per lui dagli ingegneri Brembo. Lungo 4.542 metri, ha uno dei rettilinei più corti del Campionato del Mondo: solo 487 metri.

Di conseguenza le velocità massima sono piuttosto contenute: nell’ultimo triennio il picco in gara è rappresentato dai 318 km/h raggiunti l’anno scorso da Andrea Dovizioso. Il TT Circuit Assen è un circuito molto “guidato” con 12 curve a destra e solo la metà a sinistra: si tratta per lo più di curvoni veloci che determinano frenate poco impegnative come dimostra la media record sul giro fatta segnare nel 2015 da Valentino Rossi, cioè 176,5 km/h. Solo 1 km/h in meno del valore analogo del Mugello. I tratti veloci consentono inoltre un ottimo raffreddamento degli impianti frenanti e garantiscono buone temperature d’esercizio.

Secondo i tecnici Brembo, il TT Circuit Assen rientra nella categoria dei circuiti meno impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato un indice di difficoltà di 2, superiore solo all’1 ottenuto da Phillip Island. Analoga classificazione Assen ha naturalmente avuto anche per il Mondiale Superbike che su questa pista ha corso il 18 e 19 aprile.


 

infografica del circuito motoGP di Barcellona con dettaglio curve e frenate 

 

MotoGP 2016: L’impegno dei freni durante il GP di Assen

Pur considerata una pista spettacolare e tecnica, il TT Circuit Assen non comporta una grande sollecitazione dei freni: a differenza delle 7 piste su cui si è corso quest’anno non c’è infatti nemmeno una frenata superiore ai 240 metri.

Nonostante ciò le 10 staccate comportano un tempo complessivo speso in frenata di circa 13 minuti durante l’intera gara, identico al valore di Barcellona, così come lo è la decelerazione media di 1,14 g. Sommando tutte le forze esercitate da un pilota sulla leva del freno nell’intero GP (una quarantina di minuti) il valore supera le 11 tonnellate e mezza, equivalente al peso di 170 bici da corsa.


 

Le frenate più impegnative del GP di Assen della MotoGP

Delle 10 frenate del TT Circuit Assen nessuna è considerata altamente impegnativa per i freni mentre 6 sono di media difficoltà e le restanti 4 sono light. La frenata in discesa a destra della curva Haarbocht (curva 1) è quella che comporta il maggior sforzo per i piloti e gli impianti frenanti: le moto ci arrivano a 286 km/h e i piloti frenano per 4,5 secondi in cui percorrono 240 metri, equivalenti come lunghezza ad un campo di 2.400 tulipani.

Il carico sulla leva del freno è di 6,8 kg, mentre la pressione è di 11,8 bar e la curva viene affrontata a 107 km/h. Supera i 200 metri di lunghezza (209 per la precisione) anche la frenata alla curva 14: i piloti lì passano da 281 km/h a 176 km/h. Tra le curve mediamente impegnative quella affrontata alla velocità più alta è la piega a destra della Ruskenhoek (curva 6): le moto ci arrivano a 318 km/h e scalano a 235 km/h in 1,8 secondi in cui percorrono 142 metri.


 

Vittorie Brembo


Delle 43 edizioni del GP d’Olanda a cui hanno preso parte, le moto con impianti frenanti Brembo ne hanno vinte 26, di cui le ultime 22 consecutive. Ben 7 i trionfi di Valentino Rossi in 500-MotoGP, a cui se ne aggiungono uno in 125 ed uno in 250, tutti con freni Brembo. La Honda domina invece tra i Costruttori con 14 trionfi davanti alla Yamaha (10): un successo a testa per Ducati e Suzuki.


 

 

 

2017 Quattro frenate con almeno 4 g di decelerazione al Circuit of the Americas di Austinhttp://www.brembo.com/it/company/news/2017-formula1-austingp-brembo-brake2017 Quattro frenate con almeno 4 g di decelerazione al Circuit of the Americas di AustinAl GP Stati Uniti i freni sono usati per 18 secondi al giro12017-10-16T22:00:00Z0
A Phillip Island attenzione a non far raffreddare troppo i freni e occhio al carbonio in caso di pioggiahttp://www.brembo.com/it/company/news/motogp-2017-gran-premio-di-australia-brembo-brakesA Phillip Island attenzione a non far raffreddare troppo i freni e occhio al carbonio in caso di pioggiaAl GP Australia le MotoGP frenano di più delle Superbike 12017-10-15T22:00:00Z0

 

 

Compasso d'oro Adihttp://www.brembo.com/it/company/news/compasso-doro-adiCompasso d'oro AdiSCOPRI DI PIÙBTS-bottomDx0DESIGNPer Brembo la bellezza è un valore
Approccio Greenhttp://www.brembo.com/it/company/news/greenApproccio GreenSCOPRI COMEBTS-bottomDx0APPROCCIO GREENVERDE NEI PROCESSI. VERDE NEI PRODOTTI
Innovazionehttp://www.brembo.com/it/company/news/innovazioneInnovazioneECCO PERCHÈBTS-bottomDx0INNOVAZIONEIN BREMBO L'INNOVAZIONE NON SI FERMA MAI
Racinghttp://www.brembo.com/it/company/news/racingRacingSCOPRI QUALIBTS-bottomDx0RACING40 ANNI DI SUCCESSI SOTTO LA BANDIERA A SCACCHI
Ricerca continuahttp://www.brembo.com/it/company/news/ricerca-continuaRicerca continuaSCOPRI DI PIU'BTS-bottomDx0RICERCALA RICERCA BREMBO E' SEMPRE UN PASSO AVANTI

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInGoogle PlusPinterestInstagramVineYoukuWeibosnapchat.pngwechat.png