Pinze

Pinze

Solo i modelli top hanno pinze Brembo


Brembo produce pinze ad alto valore tecnologico, destinate all'impianto originale dei modelli di punta di ogni categoria di auto.

Si tratta di pinze fisse in alluminio, monoblocco o in 2 pezzi, per assicurare la massima leggerezza e le migliori prestazioni, con un numero di pistoni che va da 2 a 6, e in alcuni casi sino ad 8, a seconda delle dimensioni.

Brembo dedica una particolare attenzione nella progettazione di pinze freno in grado di conciliare le esigenze di performance con quelle di comfort.

​Il comfort d'uso di questi prodotti è garantito da Brembo e dal suo approccio di sistema, che presuppone l'approfondita conoscenza di tutti gli elementi coinvolti nell'azione frenante.

1
2
3
4
5
6
7
8

 

​A questo si aggiunga l'utilizzo di specifiche metodologie progettuali e una lunga e laboriosa fase di testing (sia ai banchi che in strada) che consente di verificare e quindi eliminare ogni elemento in grado di influenzare negativamente il comfort del sistema frenante.

Le pinze fisse Brembo, oltre ad essere caratterizzate da leggerezza, performance e design, proprie dei componenti in alluminio rispetto alla ghisa, sono in grado di conferire alle vetture vantaggi legati alla riduzione del peso e della coppia residua, che si traducono in una riduzione delle emissioni inquinanti e in risparmio di carburante.

Brembo dedica anche una particolare attenzione all'estetica delle sue pinze, l'elemento più in vista dell'impianto frenante. Il design, anche grazie a un approccio improntato al co-design con le principali case automobilistiche mondiali, è molto curato per integrarsi alla perfezione con l'estetica complessiva dei modelli più esclusivi. Le pinze Brembo, infatti, oltre ad essere realizzate nelle finiture cromatiche più complesse ed elaborate, sono spesso contraddistinte anche da un disegno che riprende e si coniuga con gli stilemi caratterizzanti la vettura.

 

 

Nuova Pinza Extrema


Pensata per un'auto d'eccellenza e con una forte vocazione sportiva come l'erede della Ferrari Enzo, la nuova pinza "Extrema" di Brembo propone design innovativo, riduzioni di peso e meccatronica.

Estetica accattivante e migliori prestazioni, frutto di un design innovativo e dell'impiego di meccatronica, la pinza "Extrema" di Brembo è pensata per auto d'eccellenza e con una forte vocazione sportiva. Un prodotto, quindi, teso a soddisfare le richieste di un mercato estremamente esigente e in continua evoluzione.


 

Di seguito alcuni modelli di auto equipaggiati con pinze freno Brembo:


 
Abarth 695 Biposto

Pinze in alluminio e dischi maggiorati

La Abarth 695 Biposto nasce in pista con una naturale vocazione per la strada. Per questo motivo la Abarth più veloce di sempre si è dotata di impianto frenante Brembo con pinze in alluminio a 4 pistoncini e dischi maggiorati.

Alfa Romeo 4C

Pinze freno

L’ impianto frenante della 4C è pronto agli utilizzi più intensi in pista grazie alle pinze fisse in alluminio Brembo anteriori che consentono alla vettura di passare da 100 a 0 km/h in soli 36 metri.
Le pinze fisse Brembo, oltre ad essere caratterizzate da leggerezza, performance e design, proprie dei componenti in alluminio rispetto alla ghisa, sono in grado di conferire alle vetture vantaggi legati alla riduzione del peso e della coppia residua, che si traducono in una riduzione delle emissioni inquinanti e in risparmio di carburante.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Quando “di serie” è già oltre

Per frenare la Giulia Quadrifoglio, Brembo ha previsto un impianto di serie che poche auto stradali possono vantare. Chiamato High-performance Brembo brake system, è composto da dischi Brembo ventilati co-fusi da 360mm per l’anteriore, da 350mm per il posteriore e pinze Brembo monoblocco a 6 pistoni all’anteriore e 4 pistoni al posteriore. Per accontentare tutti coloro che vogliono il massimo in termini di performance di frenata è disponibile come optional il sistema frenante Ultra-high-performance Brembo carbon ceramic material (CCM) brake system con dischi flottanti ventilati in carbon-ceramico da 390mm per l’anteriore e da 360mm per il posteriore, accompagnati da pinze in alluminio monoblocco da 6 pistoni sull’anteriore e da 4 pistoni sul posteriore.

Cadillac ATS

Freni a prova di Nurburgring

Una statunitense che per maneggevolezza e linee pulite ricorda una tedesca. È la Cadillac ATS, la cui velocità di inserimento in curva non ha niente da invidiare alle rivali. Merito dei test al vecchio Nurburgring, dove sono stati sperimentate anche diverse soluzioni frenanti. La scelta finale è ricaduta sulle formidabili pinze Brembo a quattro pistoni  abbinate a dischi anteriori da 321 millimetri per un impianto frenante che abbina prestazioni ed estetica.
Le pinze Brembo, infatti, sono contraddistinte anche da un disegno che riprende e si coniuga con gli stilemi caratterizzanti la vettura.

Cadillac CTS

La cura dei dettagli, anche nei freni

C’è chi l’ha definita la miglior auto prodotta da General Motors. Lo conferma l’impianto frenante predisposto da Brembo per garantire il massimo confort: pinze a quattro pistoni da 42 millimetri di diametro abbinate a dischi anteriori da 321 millimetri (345 mm per i cerchi da 18 pollici). Le pinze Brembo fisse in alluminio coniugano in questa vettura basso impatto ambientale, elevato comfort e prestazioni di buon livello.

Chevrolet SS

Fuori i muscoli, dentro i freni

La SS è la prima quattro porte con motore V8 e trazione posteriore realizzata da Chevrolet negli ultimi 20 anni. Per tenere a bada i suoi 415 Cv Brembo ha realizzato freni sovradimensionati ma anche bellissimi da vedere. All’anteriore agiscono pinze a 4 pistoni da 40/44 mm di diametro in congiunzione con dischi da 355 mm. Dietro invece ci sono pinze a 4 pistoni da 28/32 mm di diametro abbinate a generosi dischi da 365 mm.
Il design delle pinze, anche grazie a un approccio improntato al co-design con il costruttore, è molto curato per integrarsi alla perfezione con l’estetica complessiva della vettura.

Corvette Grand Sport

Massime performance, sempre.

La nuova Corvette Grand Sport è una supercar magnifica il cui cuore pulsante è in grado di erogare 460 Cv. Anche l’impianto frenante, naturalmente Brembo, è in linea con queste aspirazioni: all’anteriore sono presenti pinze monoblocco a 6 pistoni che agiscono su dischi flottanti in due pezzi da 370 mm. Al posteriore invece i dischi flottanti in due pezzi sono da 365 mm e operano insieme a pinze fisse a 4 pistoni. Per i più esigenti c’è il pacchetto Z07 con dischi in carbonio-ceramico di misure più generosa: da 394 mm all’anteriore e da 390 mm al posteriore.

Corvette Stingray

Il settimo giorno frenò

La settima generazione della Corvette si discosta sia per lo stile che per i materiali impiegati, su tutti l’alluminio del telaio. Per garantire spazi d’arresto inimmaginabili, anche alle andature più elevate, la Stingray utilizza pinze Brembo a 4 pistoni sia all’anteriore che al posteriore. E per chi vuole ancora di più  c’è la soluzione con pinze anteriori monoblocco a 6 pistoni con pastiglie maggiorate. Le dimensioni dei dischi Brembo, invece, oscillano dai 321 ai 394 mm per l’anteriore e dai 339 ai 390 mm del posteriore. Elementi che garantiscono il massimo della modulabilità della frenata.

Dodge Viper SRT

Benchmark Braking

Every corner of the 2015 Dodge Viper SRT® features a robust four-piston Brembo® brake system with fixed aluminum calipers and 14x1.3-inch vented/slotted rotors. Braking is firm and confident even under extreme track conditions. The calipers are among the stiffest available. All surfaces are machined for full weight optimization.

Ferrari 488 GTB

Per la 488 GTB Brembo ha perfezionato un impianto frenante in grado si offrire prestazioni superiori con l’impiego della meccatronica e un’estetica accattivante.  Dati gli elevati carichi generati dalla pressione dei pistoni sulle pastiglie, per garantire massima rigidità e minor deformazione, le pinze sono monoblocco, vengono cioè lavorate partendo da un unico blocco di alluminio fuso, e sono disponibili in 9 diverse colorazioni.
La pinza posteriore è caratterizzata dalla presenza del freno di stazionamento elettrico integrato: una soluzione sviluppata da Brembo e che coniuga le tradizionali competenze meccaniche con le emergenti funzionalità elettroniche, in un una pinza ad alto contenuto di meccatronica. Brembo ha realizzato la centralina elettronica di comando e il software di controllo che governa il freno di stazionamento, integrandole in un unico componente.
Completgano l’impianto frenante i dischi Brembo CCM e le pastiglie realizzate da Brembo il cui materiale di attrito è una miscela di elementi organici appositamente dosata per garantire la miglior prestazione della frenata con i dischi Brembo CCM, in materiale ceramico composito.

Ferrari California T

L’impianto frenante della California è pensato per coniugare in maniera perfetta sportività e comfort  ed  è costituito da moduli anteriori e posteriori Brembo con i dischi in carbonio ceramico. All'avantreno i dischi in materiale carbo-ceramico da 390mm sono accoppiati a pinze monoblocco  a 6 pistoni con pastiglia da 143cm quadrati mentre al retrotreno i dischi in carbonio ceramico da 360mm sono accoppiati a pinze monoblocco  a 4 pistoni con pastiglia da 77cm quadrati.
Completano l’impianto frenante i dischi Brembo CCM che consentono una riduzione del peso del 50% rispetto ai dischi in ghisa. Questo vantaggio comporta una sensibile diminuzione della massa non sospesa del veicolo, che si traduce in un eccezionale comportamento dinamico del veicolo durante la marcia e in un notevole comfort di guida.

Ford Mustang

Purosangue da prendere con le pinze

L’ultima versione della muscle car per eccellenza vanta una maneggevolezza e una tenuta di strada senza precedenti. Per tenere a bada gli oltre 300 Cv della Ford Mustang Brembo ha realizzato pinze monoblocco in alluminio a 6 pistoni da abbinare a dischi anteriori baffati da 380 mm. L’ideale per chi desidera il massimo dalla propria auto, sia nella vita di tutti i giorni che per alcune giornate in pista.

Jeep Grand Cherokee SRT8

Grande è bello, pure l’impianto frenante

Un quattro per quattro dalla straripante potenza come il Jeep Grand Cherokee SRT8 richiede un impianto frenante che garantisca decelerazioni vigorose. La ricetta Brembo prevede energiche pinze monoblocco Brembo a 6 pistoni all’anteriore e a 4 pistoni a posteriore che vanno ad agire rispettivamente su dischi da 380 mm e da 350 mm. Il risultato è in impianto frenanti in grado di coniugare performance da supercar, resistenza all’off road, comfort ed estetica.

LaFerrari

Pensato per un’auto d’eccellenza e con una forte vocazione sportiva come LaFerrari, il nuovo sistema frenante di Brembo propone design innovativo, riduzioni di peso e meccatronica.
L’estetica aggressiva e innovativa della nuova pinza “estrema” si traduce, prima di tutto, in una sensibile riduzione dei pesi delle masse non sospese (oltre 3 kg) e in un miglior feeling sul pedale, con assorbimenti ottimizzati. Il corpo pinza così disegnato permette anche una migliore ventilazione, con una diminuzione della temperatura del fluido freni di oltre 30 °C. Anche se la pinza anteriore è a sei pistoni e quella posteriore è a 4 pistoni e integra il freno di stazionamento elettrico, le due pinze sono visivamente identiche. Osservando lateralmente la vettura, infatti, non si coglie alcuna differenza. Completano l’impianto frenante i dischi Brembo CCM che consentono una riduzione del peso del 50% rispetto ai dischi in ghisa.

Lamborghini Aventador

Pinze freno

Pinze Brembo a sei pistoncini all'anteriore e a quattro pistoncini al posteriore per la Lamborghini Aventador, un auto che sembra arrivare direttamente dal futuro grazie alle sue geometrie affilate.
Il design delle pinze Brembo, anche grazie a un approccio improntato al co-design con le principali case automobilistiche mondiali, è molto curato per integrarsi alla perfezione con l’estetica complessiva dei modelli più esclusivi.

Lexus RC F

Pinze monoblocco e dischi baffati

Reining back such a high-performance beast lap after lap requires serious stopping power. To give you the control you crave, the high-performance Brembo® braking system* features huge slotted 14.9-inch front brake rotors clamped by massive six-piston monoblock calipers and 13.5-inch rear slotted rotors with four-piston calipers.

Nissan GT-R

Pinze monoblocco e dischi composti

La Nissan GT-R  dispone di pinze Brembo anteriori a 6 pistoni e posteriori a 4 pistoni per una maggiore potenza di bloccaggio. Rigidità estrema ma peso leggero, grazie alla tecnologia Brembo “monoblocco”.
L’impianto frenante Brembo della GT-R puo contare su possenti dischi anteriori da 15,4” e posteriori da 15,0”. Progettati per le frenate ad alte velocità domano facilmente anche una lunga discesa alpina.

Pagani Huayra

Elevato coefficiente di attrito in tutte le condizioni di impiego

La Pagani Huayra adotta freni Carbo-Ceramici Brembo, già testati precedentemente al Nürburgring con la Zonda R, perfettamente adatti anche alle situazioni più critiche.
La riduzione di peso, ottenuta con l’adozione di freni Carbo-Ceramici, permette alla Huayra un eccezionale comportamento sia in uso sportivo che nella guida di tutti i giorni. Il materiale composito ceramico prodotto da Brembo garantisce un elevato coefficiente di attrito in tutte le condizioni di impiego che rimane costante durante la frenata a tutte le velocità, consentendo al guidatore di ottimizzare la forza da applicare al pedale. Questa importante proprietà è difficile da ottenere con ghisa tradizionale.
Le pinze frenanti sono collegate ad una campana di metallo che rende possibile installare l'unità direttamente sul mozzo della ruota. Il fissaggio è brevettato con un sistema innovativo, con deformazione elastica tra fascia frenante e campana. Questo è il risultato di uno studio accurato che permette le differenti dilatazioni termiche tra i materiali dei due elementi frenanti. Inoltre, a temperature elevate, la deformazione limitata dei dischi Carbo-Ceramici CCM assicura l'accoppiamento perfetto tra disco e pastiglia. Questa importante qualità non è facilmente ottenibile con dei dischi in ghisa, che tendono a deformarsi quando sono soggetti a sollecitazioni termiche gravi e prolungate. Inoltre, la durezza del materiale ceramico composito garantisce una lunga vita al disco.

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInGoogle PlusPinterestInstagramVineYoukuWeibosnapchat.pngwechat.png