Il GP Australia Formula 1 2017 secondo Brembo

23/03/2017

 Ai raggi X l’impegno dei sistemi frenanti delle monoposto di Formula 1 sul circuito di Melbourne

Orfana di Bernie Ecclestone, a cui è intitolato il premio istituito da Brembo nel 2011, la Formula 1 riparte per il settimo anno consecutivo dal GP Australia. Dal 24 al 26 marzo l’Albert Park Circuit di Melbourne ospita il 1° appuntamento del Mondiale 2017. Situato nell’omonimo parco, il circuito si snoda intorno all’Albert Park Lake.

La pista, essendo solitamente aperta al traffico cittadino, è scivolosa ad inizio week-end. Con il passare delle sessioni, l’asfalto si gomma sempre più, aumentando anche le prestazioni in frenata: nel 2016 dalle prime libere del venerdì alla Q3 del sabato le monoposto migliorarono i loro tempi sul giro di 6 secondi.

L’aumento delle decelerazioni si traduce in un maggiore stress per gli impianti frenanti: cresce l’usura di pastiglie e dischi che raggiungono temperature molto elevate nonostante l’asfalto sia meno caldo di molte delle piste dell’emisfero boreale.


 
 

I pneumatici di maggior dimensione, introdotti quest’anno, garantiscono una maggiore tenuta in curva: di conseguenza, gli spazi di frenata saranno inferiori rispetto al 2016 perché le auto potranno affrontare le curve a velocità superiori.

La variazione dei pneumatici si traduce anche in un aumento della coppia frenante e per ovviare ai maggiori consumi i dischi in uso nel 2017 hanno lo spessore maggiorato, oltre ad un maggior numero di fori di ventilazione.

Secondo i tecnici Brembo l’Albert Park rientra nella categoria dei circuiti altamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 10 si è meritato un indice di difficoltà di 8, identico a quelli ottenuti da altre piste tortuose come Monza, Baku, Sochi e Spielberg.


 

L’impegno dei freni durante il GP


La pista australiana presenta 9 punti di frenata, per un tempo totale sul giro di utilizzo dei freni tra i più bassi del Mondiale: l’anno scorso la media oraria sul giro secco è stata la più alta dei primi 8 GP del campionato.

Resta elevata la decelerazione media, di poco superiore ai 4 g, grazie alla presenza di ben 7 curve in cui viene registrato un valore superiore ai 4 g.

Dalla partenza alla bandiera a scacchi ciascun pilota ricorre ai freni oltre 510 volte, esercitando un carico totale sul pedale di oltre 62,2 tonnellate, equivalenti al peso di 95 monoposto di Formula 1 piloti inclusi.

Detto in altri termini, ciascun pilota esercita un carico di oltre 7 quintali e mezzo al minuto.

L’Albert Park è una delle piste del Mondiale in cui le monoposto dissipano la maggiore quantità di energia in frenata: in media una vettura raggiunge i 161 kWh, equivalenti al consumo orario di energia di oltre 1.200 Playstation4.

 

 

Le frenate più impegnative

Delle 9 frenate di Albert Park 4 sono classificate come impegnative per i freni, mentre 3 sono di media difficoltà e 2 sono light.

La più temuta è la curva 3 perché i piloti beneficiano del DRS e così raggiungono velocità di 312 km/h: la frenata è di 110 metri, una dozzina in meno del 2016, perché le monoposto vi arrivano più veloci e possono impostare la curva con una velocità maggiore.

Per completare l’operazione i piloti hanno bisogno di 1 secondo e 30 centesimi di secondo durante i quali esercitano un carico di 163 kg e subiscono una decelerazione di 4,8 g.

Molto difficile è anche la prima curva dopo il traguardo, anch’essa posizionata dopo una zona di utilizzo del DRS: la decelerazione è sempre di 4,8 g ma la frenata è contenuta in 94 metri e 94 centesimi di secondo. Rispetto all’anno scorso la frenata si è ridotta di una ventina di metri perché le monoposto 2017 entrano in curva a 164 km/h, a fronte dei 143 km/h del 2016.



 

Prestazioni Brembo

In Australia, Brembo ha vinto esattamente la metà delle edizioni disputate, 16 su 32. Il pilota più vittorioso con freni Brembo a Melbourne è Michael Schumacher con 4 successi, seguito da Gerhard Berger, Ayrton Senna e Nico Rosberg con 2 successi ciascuno. L’ultimo trionfo Ferrari risale al 2007, anno in cui si impose Kimi Raikkonen.


 

 

 

Nemmeno un attimo di respiro all’Hungaroring per gli impianti frenanti delle Formula 1http://www.brembo.com/it/company/news/formula-1-hu-freni-bremboNemmeno un attimo di respiro all’Hungaroring per gli impianti frenanti delle Formula 1Le 11 frenate al giro del GP Ungheria richiedono un grande sforzo fisico ai piloti 12017-07-23T22:00:00Z0
Undici frenate al giro per il GP Repubblica Ceca della MotoGPhttp://www.brembo.com/it/company/news/moto-gp-repubblica-ceca-2017-freni-bremboUndici frenate al giro per il GP Repubblica Ceca della MotoGPValentino Rossi torna sulla pista di Brno dove ha vinto il suo primo GP, nel 1996, naturalmente usando freni Brembo 12017-07-23T22:00:00Z0

 

 

Sicurezzahttp://www.brembo.com/it/company/news/sicurezzaSicurezzaSCOPRI DI PIU'BTS-bottomDx0SICUREZZAPER BREMBO LA SICUREZZA DEI PROPRI COLLABORATORI E' SEMPRE AL PRIMO POSTO
Testinghttp://www.brembo.com/it/company/news/testingTestingSCOPRI COMEBTS-bottomDx0TESTINGUN MILIONE DI CHILOMETRI PER LA FRENATA PERFETTA
Compasso d'oro Adihttp://www.brembo.com/it/company/news/compasso-doro-adiCompasso d'oro AdiSCOPRI DI PIÙBTS-bottomDx0DESIGNPer Brembo la bellezza è un valore
Approccio Greenhttp://www.brembo.com/it/company/news/greenApproccio GreenSCOPRI COMEBTS-bottomDx0APPROCCIO GREENVERDE NEI PROCESSI. VERDE NEI PRODOTTI
Innovazionehttp://www.brembo.com/it/company/news/innovazioneInnovazioneECCO PERCHÈBTS-bottomDx0INNOVAZIONEIN BREMBO L'INNOVAZIONE NON SI FERMA MAI

Brembo S.p.A. | P.IVA 00222620163

Seguici su

Seguici su FacebookTwitterYouTubeLinkedInGoogle PlusPinterestInstagramVineYoukuWeibosnapchat.pngwechat.png